Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
ZAMORA
Santa Maria la Nueva



Sotto le mura di Zamora è passata gran parte della storia medievale della Spagna.

Tra il X e l'XI secolo fu oggetto di aspra contesa tra Arabi e Cristiani.

Attorno alla metà  dell'XI secolo venne fortificata da Fernando I de León che la lasciò alla figlia Donna Urraca.

Venuta meno la minaccia Araba, Zamora fu per lungo tempo crocevia degli scontri tra i "regni cristiani" di Spagna.

Sotto le sue mura avvenne un episodio raccontato nei poemi epici spagnoli: l'assassinio di Sancho II di Castiglia mentre assediava Zamora nel tentativo di sottrarla alla sorella Urraca Il fatto avvenne alla presenza del Cid Campeador.

Tra il XII e XIII secolo conobbe un periodo di grande fioritura e ricchezza: in città si annoverano oltre 20 chiese romaniche suggestivamente presidiate da onnipresenti cicogne.

Con l'unificazione dei regni di Spagna e il procedere della 'Reconquista' fu poi relegata ad un ruolo sempre più marginale fino a diventare poverissima terra di emigrazione.

La massiccia emigrazione è la causa della presenza in Sud America di numerose città  con questo nome.

Tra le chiese di Zamora, oltre alla cattedrale, va segnalata la chiesa di Santa Maria la Nuova che è stata oggetto di un accurato restauro.

I capitelli sono decorati con simboli e temi classici dello stile romanico: Adamo ed Eva, le anfisbene (i serpenti intrecciati a due teste), l'uomo barbuto (non ammirate la mia barba, occupatevi piuttosto della salute della chiesa...), l'uomo assalito dai leoni .. e, naturalmente, la sirena a due code.