Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
Vicenza - Santa Corona

A pochi passi dal Teatro Olimpico di Palladio la splendida chiesa di Santa Corona fu costruita intorno al 1260 per onorare adeguatamente una spina della corona di Cristo che il beato Bartolomeo da Breganze ottenne dal re di Francia Luigi IX.

Fu pesantemente rimaneggiata nei secoli (fu sede anche dell'Inquisizione Vicentina) e il suo aspetto attuale si deve al periodo veneziano (XVI secolo) e ... ai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Ospita almeno tre capolavori assoluti: la pala del battesimo di Cristo di Giovanni Bellini, un'adorazione dei magi di Paolo Veronese e un altare decorato con tarsie in marmo davvero impressionanti opera dei fiorentini Corbarelli.

E che il medio evo sia finito lo si vede subito dall'impianto decorativo intorno all'altare con l'opera di Bellini: c' un florilegio di sirene e animali marini tutt'intorno. Ma non sono pi le enigmatiche e ascetiche sirene bicaudate del XII secolo. Sono puri elementi decorativi con code avvolte in barocche spirali. Una sirena presentata nell'atto di allattare, un'altra s'infila una coda all'ascella a mo' di baguette...

Queste sirene bicaudate non hanno pi il compito di ammaestrare e fornire spunti a predicatori, chierici erranti e trovatori. Il sapere non passa pi attraverso storie raccontate e riferite nelle lunghe sere d'inverno. Qui le sirene non sono pi simboli ma solo leziosi elementi decorativi.
Il signor Gutemberg ha fatto la frittata: cambiato il modo di trasmettere conoscenza, nato un mondo diverso. Il medio evo finito! Certo, c' perfino un unicorno su un cesto di serpenti... ma pure lui solo decorativo!

Se avete tempo passate nei locali dell'attiguo ex convento domenicano: vi raffigurato un domenicano inquisitore ucciso nel 1252 con un coltello ficcato in testa: San Pietro da Verona, figura particolarmente cara ai Tribunali della Santa Inquisizione...