Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
Saint Martin de Sescas
La chiesa di San Martino



La chiesa di St. Martin a Saint Martin de Secas risale al 1108.

Governava l'Aquitania in quegli anni Guglielmo IX d'Aquitania detto Guglielmo il Trovatore.

Era il nonno della celebre Alienor d'Aquitania ed è passato alla Storia per la scarsa simpatia per il clero e per l'amore per le gioie della vita terrena.

Forse è per questo che la chiesa di Secas è praticamente priva - nell'impianto decorativo giunto fino a noi - di decorazioni direttamente correlate alla religione.

Niente diavoli, niente serpenti che mordono i seni di peccatrici o scene del nuovo e antico testamento.

Anzi, nel capitello che sorregge l'arco del finto piccolo portale di destra troviamo due teneri amanti intenti inequivocabilmente a godere della reciproca compagnia.
Lei, accoccolata sulle ginocchia di lui, indossa un abito dalle maniche esageratamente ampie, come prescriveva la moda per le dame di rango del tempo.
Certo non siamo ai livelli di audacia dei modiglioni di Fuentidueña ma il quadretto rende bene il clima del tempo in quell'Aquitania dalla quale si diffusero i trovatori e il concetto di amor cortese.

Il portale d'ingresso a 5 ordini di archi decorato con figure 'seriali' è uno dei più sorprendenti d'Aquitania.

Sui cinque archinvolti si susseguono decorazioni geometriche, lepri, uccelli e una serie di 16 personaggi, forse giganti, sull'arco più esterno.

Un portico proteggeva fino al 1874 il portale d'ingresso ed è per questa ragione che le sculture ci sono giunte in uno stato relativamente buono.

La rimozione del portico non è stata una grande idea: le ingiurie degli elementi hanno già degradato notevolmente le figure dei capitelli e forse è il caso di provvedere ad un qualche riparo oppure i nostri nipoti potranno ammirare il portale solo sulle nostre fotografie!

Già i modiglioni che sovrastano il portale sono quasi illegibili.

Tra essi riconosciamo la sirena bicaudata, due esibizionisti (maschietto e femminuccia) e il suonatore di dolio già incontrato a Beautiran.