Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
Pola

L'arena romana certamente il monumento storico pi importante di Pola: splendida testimonianza di storia millenaria.
La storia di Pola (la romana Pietas Iulia), non si esaurisce con l'impero romano.
Il vero cuore di Pola, il foro, forse il luogo che meglio ci racconta di storie che non si sono esaurite con l'epoca romana. Il foro era delimitato da tre templi: quello di Augusto (tuttora ben visibile sulla sinistra), quello centrale e sulla destra un tempio gemello dedicato a Diana.

In epoca medievale il tempio centrale e quello di destra sono stati "fusi" per costruire il palazzo comunale. Basta girare dietro il tempio di Augusto per veder sporgere dal palazzo comunale il profilo del tempio a Diana.

Vero cuore della citt, il palazzo comunale reca tracce della lunga appartenenza alla Serenissma ma anche tracce precedenti come quel cavaliere che, lancia in resta, decora l'angolo della facciata o il telamone che regge il tetto. Sull'angolo posteriore del palazzo, poi, una splendida sirena a due code si incarica di certificare una storia medievale certamente vivace.
Il convento di San Francesco, non lontano dal foro, sembra ospitare sul portale una sirena bicaudata molto provata dal tempo e dalle intemperie. Impossibile dire con certezza se si tratta della sirena a due code (i francescani generalmente non indugiavano in decorazioni...) ma il convento stato costruito al posto di un luogo di culto preesistente. Nel chiostro si possono ammirare splendidi "pezzi" provenienti dall'antico edificio, tra i quali un centauro-arciere e una chimera.