Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
Llumes - San Miguel

I primi documenti che parlano di Llumes risalgono al XII secolo, quando Alfonfo I (el batallador) decise di contendere la taifa (regno moresco) di Saragozza agli arabi.
L'esistenza di una chiesa a Llumes documentata fin dal 1131.

Il toponimo Llumes sembra derivare dal latino 'flumes' probabilmente in riferimento al vicino ro Piedra che spesso, in primavera, tracima allagando il territorio. Llumes , infatti, il primo terreno relativamente piano e coltivabile che il fiume incontra nel suo corso e proprio accanto al rio si trova la chiesa di San Miguel. La chiesa pare sia stata a lungo un centro agricolo gestito dai certosini del vicino Monasterio de Pedra.

Per accedere all'interno della chiesa (2018) si deve ricorrere alla cortesia della Signora Milagro che gentilmente ci ha aperto la chiesa. Il paese conta meno di 100 abitanti e tutti sapranno indicarvi dove abita.

In questo miscuglio di Romanico, pietre e acque poteva mancare una sirena bicaudata?

Infatti, la troviamo nell'arco che separa la navata dall'abside.
Accanto alla sirena a due code vi rappresentato un animale difficilemte riconoscibile e nello stesso capitello, una fuga in Egitto con la Madonna a cavallo e San Giuseppe che diligentemente tiene le redini.
Sul lato opposto un capitello con aquila, angelo (San Michele?), due leoni rampanti, un nodo di Salomone e una palma.

Nel timpano sopra la porta di ingresso rappresentanto il Cristo nella mandorla circondato dai simboli degli evangelisti.
Le colonnine dell'ingresso sono decorate con animali tra i quali si riconosce il basilisco sormontati dal fiore della vita e luna e stelle (elementi ricorrenti anche nelle decorazioni arabe...)