Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
Gemona del Friuli
il duomo



Il duomo di Gemona colpisce - prima di tutto - per il sapiente restauro effettuato dopo il terremoto del 1976.

Sulla facciata campeggia lo splendido monumentale San Cristoforo, alto 7 metri, scolpito nella candida pietra locale.

San Cristoforo - nella migliore delle tradizioni iconografiche - reca sulle spalle il bambino mentre attraversa il fiume.

Ma come rendere l'effetto acqua?

Griglio da Gemona, autore della statua, risolve mirabilmente il problema scolpendo accanto ai piedi del Santo le più comuni creature acquatiche dell'epoca: un gambero di fiume ed una sirena a due code.

L'autore ha pure realizzato la "Galleria dell'epifania" con nove statue della facciata.
Sempre sulla facciata in una splendida psicostasi il diavoletto contende all'angelo il "peso" dell'anima.

Il duomo - nonostante terremoti e radicali restauri ottocenteschi - continua a restituire le suggestioni medievali volute dai primi costruttori.
All'interno, su un sarcofago usato poi come fonte battesimale, un altro tema ricorrente nell'alto mediove: l'uomo che cavalca il pesce.