Viaggi nello spazio e nel tempo 
Time & Space Travels
SIROLO
Abbazia di San Pietro al Conero


Le prime notizie su San Pietro risalgono al 1038: in quell'anno
'...i Conti Ugo di Mezone con Adelasia sua donna, donarono la chiesa di s. Pietro posta sul Monte Conero all'Abbate Guimezone per istituirvi un monastero di uomini che attendessero al servigio di Dio ed alla preghiera'.

La storia monastica procede con alterne vicende fino al 1500 quando

'... l'eremo di s. Benedetto fu il quarto fra quelli, che composero la Congregazione Camaldolese di s. Romualdo detta poi Monte Corona. E il b. Giustiniani volle tosto abitarlo; ma tosto fu travagliato da una tristissima tribulazione.
I Gonzaghiani, ch' erano stanziati in s. Pietro, vedevano di mal animo ordinarsi un chiostro di Eremiti in luogo gią appartenuto al loro monistero.
Con minacce, con ingiurie, con danni si studiarono di far disperati di pace i novelli ospiti e quindi indurli ad abbandonare spontaneamente il Conero.'

da 'Romitaggi del Monte Conero cenni cronologici' di Lorenzo Barili

Il monte Conero č stato da sempre sede di eremiti.

I santi uomini (e pure qualche santa donna) amavano insediarsi sulle grotte che si possono ancora visitare sulle pendici del monte.

La vita pacifica di questi eremiti ebbe una gustosa eccezione nel 1520 quando la chiesa di S.Pietro che dominava il Conero fu oggetto di contendere tra Gonzaghiani e Camaldolesi.

Pare che la contesa contemplasse oltre ad ingiurie verbali anche tiri di sassi e rotolamenti di massi sulle pendici del Conero.

L'abbazia di San Pietro sul Conero ci mostra la sua pił che millenaria storia con le decorazioni al suo interno.
Tra queste spicca un capitello con sirene bicaudate.

Ora l'Abbazia č diventata un accogliente albergo e le sirene si devono rassegnare ad accogliere distratti turisti.